?

Log in

No account? Create an account

June 20th, 2013

let your indulgence set me free

Dunque, forse è il caso di partire da quel giugno in cui io avevo finito la terza elementare e mia mamma mi portò a vedere lo spettacolo teatrale della scuola superiore in cui insegna. Che era Sogno di una notte di mezza estate. Oppure da quando mi fu regalato un libro che trasformava le trame di Shakespeare in racconti da ragazzi. Insomma, questo per dire che il mio amore per Shakespeare è antico e non è molto "accademico": è sempre stato molto simile a un fandom, per me.
Alle superiori ho letto La Tempesta ed è diventata la mia opera shakespeariana preferita. Non ero mai riuscita però a vederla a teatro. Qualche mese fa ho scoperto che l'avrebbero messa in scena al Globe, il teatro londinese ricostruito di recente esattamente uguale e quasi nello stesso posto di quello di Shakespeare. Nel ruolo di Prospero ci sarebbe stato Roger Allam - e qui andate al post di ieri per capire perché l'informazione era importante.
Non ho saputo fino all'ultimo se sarei riuscita a volare a Londra, ma alla fine è andata bene, e mi sento infinitamente grata e fortunata di essere riuscita a vedere questo spettacolo, nonché di aver visto la mia opera preferita per la prima volta con degli attori incredibili e delle interpretazioni dei personaggi originali e stupende.
Se volete ancora chiacchiere sull'argomento...
O brave new world, that has such people in't!Collapse )

Per finire, lascio una cosa e vado a nascondermi. Si tratta di una... Uh... Fanfiction su La Tempesta? Temo di sì. Circa 800 parole, tre brevi schizzi su tre personaggi alla fine della storia rapprensetata. Ovviamente molto influenzati dalle interpretazioni che ho appena visto. Insomma... Alle medie inventavo audaci crossover tra i personaggi shakespeariani, ma allora avevo la scusa della giovane età. Ora non ho proprio scuse, mi rendo conto. Comunque, la storia è qui...

Dodici anni

Tags

Powered by LiveJournal.com
Designed by Tiffany Chow