August 8th, 2011

Story of my life

Quante zampe ha un orbettino?

Finché mi capiterà di tornare dai campi estivi con i ragazzi e pensare "è uno dei migliori che abbia fatto", andrà tutto bene.
Mi piacerebbe rovesciarvi addosso tutta la bellezza degli scorsi sette giorni, ma non basterebbe un post di diciotto pagine. Mi limito a buttarvi là un minestrone di cose che potrebbero strapparvi un sorriso.

Il gruppo di 44 ragazzi dagli 11 ai 13 anni era composto da gente adorabile, ancora molto tenera o comunque gestibile e incredibilmente educata. La tipica fissa affettiva di quell'età è stata vissuta in maniera molto carina e buffa. I momenti di riflessione, gruppo e preghiera sono stati adorabili e geniali come sempre, quando hai a che fare con l'immediatezza genuina dei ragazzi.

Gli altri 7 educatori erano tutti bella gente, tra cui cari amici e giovincelli che non troppi anni fa erano dei ragazzini a cui noi facevamo gli educatori. E' una soddisfazione immensa, un'altra di quelle cose per cui pensi che invecchiare è proprio bello. Giusto per la cronaca e perché sono felice, questi siamo noi (ne manca una che è dovuta andare via presto ç_ç) l'ultimo giorno che non riusciamo a fare una foto seria.

L'ultima notte sono andata a dormire alle sei per svegliarmi alle otto. C'erano delle cose da fare (cazzeggio, sterminare cibarie, rimettere a posto una quantità immane di caos, montare dei video girati dai ragazzi per l'indomani.)

Le mie ragazzine mi hanno travestita da stira-montagne, per una gara di travestimenti (unica cosa che abbiamo vintoXD) il cui tema era il club dei mestieri inventati.

Con diversi educatori appassionati di Harry Potter (di cui alcuni parecchio nerd), abbiamo avuto le quattro squadre dei tornei che si chiamavano indovinate un po' come, ci siamo divertiti a trovare somiglianze tra i ragazzi e i personaggi (avevamo un Dudley, un Oliver Baston e un Viktor Krum perfetti!) e abbiamo fatto un torneo di Quidditch. Mancavano le scope, ma c'era tutto il resto. Compresi i bolidi-bombe d'acqua lanciate con gusto dagli educatori.

Grazie ad alcuni giochi in cui c'erano dei quiz da risolvere, dai ragazzi ho imparato che un olmo è un orcio oppure un cappello, il mastice è un pesce, il corniolo è un animale, la II Guerra Mondiale è avvenuta nel 1400 o nel 1700, la capitale della Svezia è Svizzera. Però sapevano cos'è un ossimoro.XD

Abbiamo fatto il classico gioco giallo, in cui i ragazzi devono indagare e risolvere un crimine, mentre noi interpretiamo i sospettati da interrogare. Il morto si chiamava Sam Winchester, ma vi giuro che il nome non l'ho scelto io.XDDD Io ero il maggiordomo, ma non l'assassino!XD

Vogliamo bene ai ragazzi, quindi di notte li svegliamo a orari improbabili facendo trovare loro in giro cose come queste: bello, vero? Non vorrestre trovarlo anche voi? Era il mio k-way... Siamo dei vandali, sì.

Sempre siccome vogliamo bene ai ragazzi, a volte facciamo delle sorprese così.

Le foto le ho rubate a un'altra educatrice, Lety. <3

Grazie di aver ascoltato! :)

  • Current Music
    Maaya Sakamoto - "Gravity"
  • Tags