?

Log in

No account? Create an account

April 3rd, 2010

Such is the journey, no mistery to fear

Eucatastrofe: l'improvviso lieto fine di una storia che ti trafigge con una gioia tale da farti venire le lacrime agli occhi.[...]
La Resurrezione è la più grande eucatastrofe possibile nella più grande Fiaba, e produce quella sensazione fondamentale: la gioia cristiana che provoca le lacrime perché qualitativamente è simile al dolore, perché proviene da quei luoghi dove gioia e dolore sono una cosa sola[...].
Naturalmente non voglio dire che i Vangeli raccontano solo fiabe; ma sostengo con forza che raccontino una fiaba: la più grande. L'uomo, narratore, deve essere redento in modo consono alla sua natura: da una storia commovente. Ma dato che il suo autore è l'artista supremo e l'autore di tutta la realtà, questa storia è stata fatta esistere."

(J.R.R. Tolkien, da una lettera al figlio Cristopher, riprendendo i concetti espressi in termini più complessi nel saggio Albero e foglia)

Quando lessi per la prima volta questo passaggio, una decina di anni fa, volli ancora più bene al signor JRR perché pensai che fosse riuscito davvero a definire qualcosa che probabilmente sentiamo in molti – quelli a cui garbano le storie, e anche Dio e quel matto del su' figliolo. Quindi lo condivido con voi, per augurarvi una buona Pasqua, perché – per citare ancora JRR e la sua opera più famosa, “l'Ombra non è in fin dei conti che una piccola cosa passeggera: al di là di essa vi sono eterna luce e splendida bellezza”, e io spero che sia così nelle vite di ognuno di voi, oggi e in ogni giorno.

Grazie a tutti voi, perché, anche con quelli che di voi conosco meno, condividiamo passioni importanti e ci scambiamo idee in maniera costruttiva e sincera.

*scappa e va alla Veglia*

(Vi saluto anche con una storia strana riguardante questi giorni, che trovate su EFP o Fanworld.)

Tags

Powered by LiveJournal.com
Designed by Tiffany Chow